————————ULTIMISSIME————————-

Uno spettacolo brillante per il Togo

23131889_828617060672946_3766833865524780714_n.png

Giovedì 07 dicembre Lucio Battisti è entrato nel cuore di Almese attraverso la Compagnia “Terzo Tempo”, con la direzione artistica di Zuleika Iegiani, che si è offerta di dedicare una serata a Tengo al Togo.
Nell’auditorium “Magnetto” gli artisti hanno saputo trasportare il pubblico dal divertimento alla riflessione.
Partendo dalla situazione comica dei due attori, Ermanno Bellucci e Francesco Dispenza (regista), la compagnia ha ricreato il viaggio della vita del grande artista.
Il tutto è iniziato a partire da un bar con una tazzina di caffè per poi passare a una coreografia di brani che si  interfacciava con i due attori.
Una speciale interpretazione si deve ad Andrea Esposito, che con la sua chitarra e la sua voce ha fatto rivivere i brani di Lucio Battisti.
E non solo musica, ma tutti gli strumentisti sul palco, seppur su una sedia, si muovevano e cantavano diventando loro stessi degli attori con passione ed empatia.

Così, tra una battuta e l’altra, si sentivano le chitarre di Vincenzo Fiumara, il ritmo della batteria di Gio Franco con il basso di Pasquale Genzano e la tastiera di Giuliano Mazza.Foto-2-1-768x576.jpg

Tra strumenti cordofoni e a percussioni spunta anche il clarinetto di Pasquale Cotroneo.
Così Arte, Musica, Teatro e Passione si sono uniti creando il ricordo di un grande artista.


È così è successo anche per Ciro e Anna che si sono uniti ancora di più con la loro arte e la loro passione nel ricordo di Francesco.
La serata si è conclusa con un turbine di emozioni e sentimenti grazie a due celebri brani di Lucio: “Con il nastro rosa” e “Il mio canto libero“.
Anche il pubblico numeroso ha fatto la sua parte, perché, tra applausi e molto calore, è stato anche molto generoso nelle offerte donate ai progetti dell’associazione.
Un grande grazie alla Parrocchia di Almese che ha permesso la serata, al comune, al pubblico, a Lucio Battisti e per ultimo, ma non per importanza, alla compagnia “Terzo Tempo”, che ha donato una serata ricca di emozioni e patos.

pubblico togo.jpg

Diario di un viaggio in Togo … parte 2

Nella giornata di lunedì 30 ottobre Ciro Cirillo e Anna Maria Vighetto – fondatori di Tengo al Togo – hanno avviato il programma di diffusione delle norme igieniche nelle scuole elementari di Kotokloe e Kokouhoe.

22886005_2004292879842195_8514101361025498259_n.jpg

Erano circa 200 i bambini presenti alla dimostrazione del progetto con il quale l’associazione Tengo al Togo si propone di spiegare l’importanza del lavaggio delle mani al fine di prevenire le infezioni. La dimostrazione pratica, abbinata all’illustrazione dei cartelloni informativi, è stata presentata sia in lingua francese che in ewe per dare occasione anche ai più piccini di comprendere appieno l’importanza di lavarsi le mani.

22853184_2004292866508863_3834050902956526014_n.jpg

 Il 31 ottobre, poi, lo stesso progetto è stato presentato nel lontano villaggio di Adjakpahoue, alla periferia est di Asrama.

22886105_2004292776508872_3962025571135592092_n.jpg

Diario di un viaggio in Togo … parte 1

L'arrivo ad Asrama.jpg

I disordini scoppiati negli ultimi mesi in Togo, per il volere del Presidente della Repubblica di ripresentarsi per un terzo mandato contrariamente a quello che dice la Costituzione del paese, non hanno fermato l’associazione Tengo al Togo: Ciro e Anna, come previsto, sono atterrati in Togo nella serata di lunedì 23 ottobre e sono arrivati ad Asrama insieme a George le chauffeur nella mattina seguente. Al momento del loro arrivo la situazione sembrava tranquilla perché le manifestazioni successive erano state programmate per il 25 e il 26 ottobre.

Tohoun.jpg

Mercoledì 25 i due fondatori di Tengo al Togo sono stati ospitati da Chef Canton e gli hanno spiegato dettagliatamente il programma di lavoro nel centro medico di Tohouédéhoué per le settimane a venire e, nel pomeriggio, hanno subito provato l’apparecchio medico recentemente donato al laboratorio insieme ai ragazzi che lavorano lì.

La prova di un apparecchio medico.jpg Il giorno successivo, invece, Anna e Ciro si sono dedicati all’inventario ed hanno preso nota di tutto il materiale conservato nella biblioteca di Asrama. Venerdì 27, poi, sono stati a Tohoun insieme all’inseparabile George, al cuoco Gustav e a Sœur Rosaline: mentre molti bambini erano a scuola hanno parlato delle attività portate avanti dai volontari francesi e di una possibile collaborazione ancora tutta da definire. Nel pomeriggio, invece, si sono occupati della consegna dei farmaci al centro medico di Tohouédéhoué. La prima settimana è volta al termine con la grande messa della domenica celebrata ad Asrama da père Justin.

Buone nuove dal Burundi

vescovo ok1

Di passaggio a Roma, abbiamo incontrato il presidente della Conferenza Episcopale del Burundi e vescovo di Muyinga Mons. Joachim Ntahondereye.   Leggi

 

 

APPUNTI DI VIAGGIO

Viaggio 2 (1).JPG

Ci sono viaggi che iniziano molto prima di mettere piede su un aereo. Ci sono avventure che nascono inaspettatamente quando, in una noiosa mattina d’aprile, tra una lezione di scienze e una di filosofia, si trova nel programma della giornata un incontro in aula magna con i fondatori di un’associazione che opera in Togo. L’avventura di Alessia Taglianetti, Nicolò Anselmetto, Francesca Bono, Giorgio Sobrato e Sabrina Basile è iniziata proprio così, a scuola, ormai tre anni fa. È iniziata con Ciro Cirillo e Anna Maria Vighetto, gli ideatori di Tengo al Togo, presentatisi in un liceo di provincia per raccontare i loro progetti avviati nel cantone di Asrama. Dopo aver sognato a lungo l’Africa ad occhi aperti, ancora increduli della realtà, il 27 luglio in Togo ci sono volati per davvero. Insieme a Ciro e a don Pierluigi Cordola sono stati ospitati da père Justin ad Asrama dove, il 30 luglio, sono iniziate le “Vacances utiles” con i bambini dell’école catholique. Tra un laboratorio di musica, uno di scienze, due murales, un laboratorio di danza e tanti giochi sono trascorse due settimane intense. Immancabile l’aiuto del professeur George, del maestro Pierre e di George lo chauffeur che, con la loro disponibilità, hanno dato alle attività un supporto inestimabile. Dopo due settimane di animazione, l’11 agosto il gruppo ha raggiunto la città di Aného, che si trova sulla costa sud-orientale del Togo. Lì hanno conosciuto il vescovo della diocesi locale Isaac Agbémenya Gaglo, il quale ha presentato i tre sacerdoti che sono poi successivamente entrati a far parte della diocesi di Susa e a cui sono state assegnate le parrocchie di Almese, Sant’Ambrogio e Oulx, nella città metropolitana di Torino. Il viaggio è volto al termine con la tradizionale visita a Togoville e a Lomé, per poi concludersi il 15 agosto con il ritorno a casa.

Viaggio 2 (3).JPG

2017 LOCANDINA[1878].jpg

Il 21 ottobre riprenderanno gli incontri del campionato di Burraco a sostegno del progetto Garderies.

E’ la sesta edizione dell’iniziativa che mensilmente ci consente di passare serenamente pomeriggi giocosi per la conquista di una coppa che riviene messa in palio il mese successivo.

Nel mese di giugno i primi otto della classifica generale si scontrano per i premi finali: nella scorsa edizione si è trattato di confezioni alimentari provenienti dalle zone colpite dal terremoto del centro Italia.

APPUNTI DI VIAGGIO

Viaggio 1 (2).JPG

Si è conclusa il 4 agosto l’avventura delle tre maestre che hanno trascorso due settimane nell’orfanotrofio di Tohoun. Chiara Lussiatti, Isabella Castellazzo e Laura Pignatiello sono partite insieme a Ciro Cirillo, che, da ormai 9 anni, opera insieme alla moglie Anna Maria Vighetto nel cantone di Asrama per promuovere progetti di diffusione della sanità e dell’istruzione per la popolazione locale.Il campo d’animazione prevedeva un viaggio virtuale in giro per i 5 continenti attraverso video, musica e immagini caratteristiche. Ogni giorno, dopo la visione delle immagini, si passava ad attività più pratiche per creare piccoli oggetti caratteristici come collane aborigene o maracas africane. Al momento, nell’orfanotrofio, sono presenti circa 80 bambini di età compresa tra 0 e 17 anni; le tre maestre hanno pianificato per loro attività suddivise in singoli gruppi, ma con sincronia intelligente e ben strutturata.

ROCK FOR TOGO SECONDA EDIZIONE

Rock for Togo.jpg

Musica, cibo e solidarietà: è questa l’essenza del Rock for Togo, l’evento benefico ideato dai volontari dell’associazione Tengo al Togo per contribuire alla promozione dei progetti di sanità e istruzione avviati nove anni fa nel cantone di Asrama. La serata si è svolta sabato 20 maggio nel Salone Polivalente di Bussoleno e, per l’occasione, si sono esibite quattro band: Seven of Swing, Passion Fire, Calembour e Warehouse. Lo spettacolo di questi artisti e la partecipazione di tantissime persone alla grigliata di solidarietà hanno segnato la qualità del Rock for Togo che, nella sua seconda edizione, si è confermato un evento di grande successo. Ora non resta che aspettare la prossima edizione: nel frattempo, però, i volontari dell’associazione continueranno a darsi da fare con tante altre iniziative.

I COLORI DELL’AFRICA

favImage.png

Si è conclusa con successo la mostra “I colori dell’Africa”, la raccolta di opere d’arte ideata e allestita dall’ Associazione “Tengo al Togo” per la quale hanno gareggiato 30 artisti valsusini. Scatti e tele dai colori variopinti hanno ravvivato la sala mostre di via Walter Fontan a Bussoleno.
L’opera più amata è stata “Eredità al collo”, un dipinto che ha raccolto ben 44 voti realizzato da Erica Catapane.
Tutte le opere sono state pubblicate sulla pagina Facebook Associazione “Tengo al Togo”.
Il concorso artistico è stato organizzato dai volontari dell’associazione “Tengo al Togo” in collaborazione con la parrocchia di Bussoleno, il tutto per raccogliere fondi da destinare al progetto scolastico attivo da alcuni anni nel cantone di Asrama in Togo.

 

PROGETTO ATELIER DONNE HANDICAPPATE BUJUMBURA

Le ragazze dell’Atelier continuano a lavorare e ci sono concreti segni di ripresa dell’attività, tanto che ci hanno pregato di rinviare a Bujumbura alcuni manufatti perché hanno venduto tutto e sperano di vendere ancora. Tutte stanno benone sono serene e piene di speranza e voglia di lavorare.

Quest’anno le ragazze si sono fortemente impegnate ed hanno mantenuto i costi entro i limiti da noi fissati con una perfetta tenuta della contabilità .Si sono attivate moltissimo per trovare nuovi clienti ed hanno dato prova di senso di responsabilità ed iniziativa : credo che questo rappresenti per noi un successo perché siamo riusciti a formarle e dar loro la necessaria responsabilità

Hanno acquisito autonomamente commesse importanti ed eseguono con puntualità anche gli ordinativi che facciamo pervenire loro.

Sul piano personale sono tutte molto serene e felici (hanno confidato ad un missionario che ci aiuta molto che non si sentono più “diverse”….).In particolare Evelyne che ha riacquistato il perfetto uso delle gambe, grazie ai vari interventi operatori di cui Eccomi è stata il promotrice, si muove con grande agilità ed è totalmente autonoma.

Abbiamo anche avuta la gioia di nuove nascite che allietano la loro vita e anche quella dell’ Atelier
Di tutto ciò siamo fieri !!!! Di tutto ciò con VOI siamo partecipi!!!

155823502-c0df0b75-55de-4249-9677-ea75a3cd3537.jpg

Annunci