Burkina Faso: intervista ad Alberto Albertini

  • burkina-1 ·   Gli scout hanno cominciato a fare i campi di formazione programmati?

Si, con un pò di fatica hanno realizzato il primo corso di formazione per capi brevettati (badge de bois) come li chiamano loro.

  • ·   Cosa fanno gli Adulti Scout del BF?

Gli adulti Scout in BF hanno soprattutto la finalità di riunire i vecchi scout e simpatizzanti, coltivare la fraternità scout tra i suoi membri, realizzare una educazione morale e spirituale dei suoi membri, promuovere lo sviluppo dello scautismo, partecipare alle attività di sviluppo sociale, economico e culturale del Paese, sviluppare un partenariato attivo con qualsiasi persona fisica o giuridica avente gli stessi obiettivi.

Inoltre gli adulti scout burkinabè sono pronti a fornire supporto ai giovani che praticano scautismo in Burkina. E ‘per questa ragione che sostengono iniziative come la raccolta di risorse finanziarie per la partecipazione a riunioni internazionali, contribuiscono alla formazione dei capi.

  • ·         Ci sono novità circa i progetti previsti con le Guide del BF?

Si, le guide ci hanno presentato alcuni loro progetti. Uno riguarda quello di dotare il loro centro, di materiale informatico ed accesso ad internet; un altro riguarda la realizzazione di una struttura (fabbricato) da utilizzare come asilo, annesso al centro guide; un allevamento di maiali da rivendere alle macellerie, per realizzare posti di lavoro per le ragazze e le giovani donne.

Stiamo al momento contattando anche altre organizzazioni scout europee per unire le nostre forze ed aiutare le guide e gli scout nella realizzazione dei loro progetti.

  • ·         Avete realizzato qualche evento di raccolta fondi burkina 2 per i progetti in BF?

Non abbiamo lanciato una campagna di raccolta fondi ad hoc per il Burkina Faso, ma le nostre comunità Masci e i gruppi Agesci con i quali collaboriamo, sono da qualche tempo impegnati a raccolte fondi.

  • ·         Pensi che ci sarà questa estate una missione in BF per il monitoraggio dei progetti?

Quest’anno, andrà in BF un clan dell’Emilia Romagna che ci ha chiesto di formarli e aiutarli nella loro permanenza in Africa, stiamo valutando se affiancare a questo gruppo anche uno o due responsabili del progetto che potrebbero fare, oltre che da supporto al clan,  dei sopralluoghi e valutare l’andamento dei progetti.

                                      Alberto  Albertini è il responsabile del progetto in Burkina Faso
Annunci