Giornata del salvadanaio

immagine salvadanaio

 Cari amici e sostenitori di scritta eccomi2

riprendiamo con rinnovato entusiasmo le attività di sostegno ai nostri progetti.

Un progetto che da vari anni sosteniamo è quello delle “garderies”: 1500 bambini distribuiti in 9 scuole nelle aree più povere del Burundi possono frequentare la scuola materna e ricevere un pasto caldo (riso e fagioli), che per moltissimi è l’unico della giornata.

Tutto questo grazie ad   scritta eccomi2   e al vostro aiuto.

Il pasto di un piccolo burundese costa 20 centesimi, sì avete letto bene.

Per noi è una cifra irrisoria. Per il piccolo burundese è la sopravvivenza.

E’ un progetto importante che ci impegna davvero molto nel reperire le risorse necessarie e nel gestire insieme agli Scout del Burundi l’attività educativa e la distribuzione dei viveri nelle varie scuole raggiungibili con molta fatica spesso dopo ore di viaggio su strade sterrate. Ma siamo però molto, molto contenti perché non solo le famiglie dei bambini ma anche l’Unicef hanno dimostrato grande apprezzamento dei risultati e delle modalità con cui viene gestito il progetto.

Eccomi ha lanciato due anni fa la campagna del SALVADANAIO consegnando ai tanti amici che con affetto ci seguono un salvadanaio con l’invito a mettervi ogni giorno i 20 centesimi del pranzo di un piccolo burundese.

Con l’apertura dei salvadanai effettuata lo scorso anno abbiamo raggiunto la cifra di 8.075.euro che ci ha molto aiutato nel sostenere il costo complessivo del progetto che supera i 40.000 euro.

La consegna dei salvadanai è avvenuta il 25 Ottobre giorno in cui, come ricorderete,   scritta eccomi2 ha organizzato lo spettacolo teatrale, veramente divertente, “Avviso di sfratto” di Silvana Servetti, messo in scena dalla “Compagnia Stabile del Teatro Aurelio” .

Siamo fiduciosi che parteciperete numerosi alla campagna del salvadanaio e nel ringraziarvi di cuore della vostra amicizia e del vostro sostegno  ricordiamo che potete ricevere il salvadanaio direttamente a casa vostra, sarà nostra cura farvelo pervenire, contattando  Carlo D’Andria: 335.6875462 carlo.dandria@gmail.com ) o scrivendoci (clicca qui)

Annunci