Archivi categoria: Formazione

’Stare ai margini’: Casa di Benedetta

Dal febbraio 2017 i nostri amici del Masci di Reggio Calabria unitamente ad altre associazioni e movimenti coordinati dalla Caritas Diocesana hanno stipulato  con la Prefettura di Reggio Calabria una convenzione per l’accoglienza di Minori Stranieri Non Accompagnati.

I Padri Monfortani hanno messo a disposizione un edificio in fase di ristrutturazione  per l’accoglienza di 15 minori stranieri ai quali garantire:

  • Inserimento scolastico,
  • integrazione in gruppi scout,
  • analisi cliniche,
  • iter burocratici per i documenti
  • giardinaggio, orto e varie attività manuali, grazie alla presenza di spazi esterni oggetto del comodato d’uso gratuito.

 

Eccomi vuole continuare a sostenere il progetto ‘Stare ai margini’ in ricordo di Riccardo Della Rocca raccogliendo fondi per:

  • lavatrice 8-10 kg
  • biancheria per i letti
  • utensili e batteria da cucine
  • piatti e bicchieri

 

Chi desidera può inviare il proprio contributo a Eccomi – Associazione di volontariato Onlus tramite:

  • conto corrente postale:  n° 78044310
  • assegno non trasferibile, intestato a “Eccomi Onlus
  • bonifico bancario al seguente IBAN: IT77Q0501803200000000118601 (presso Banca Popolare Etica – Agenzia di Roma Via Parigi, 17 – 00185 Roma)

causale del versamento: progetto ‘Stare ai margini’ in ricordo di Riccardo Della Rocca , COGNOME, E-MAIL

Annunci

Zambia Nuovo progetto

Sollecitati dal Governo e la diocesi di Mansa, la ONG “Saint Nicholas Community Care Centre”, sta preparando un progetto da seguire come controparte locale, d’intervento socio culturale che riguarda una popolazione di 30.000 persone, negletta e dimenticata, nelle paludi del lago Bangweulu nel nord del paese, al confine con quella parte del Congo, il Katanga, dove in questi ultimi anni sono “scomparse” trecentomila persone nella guerra tra bande rivali per lo sfruttamento delle miniere di coltan. Molti di questi sono arrivati a condividere la miseria degli abitanti delle suddette paludi.

L’impresa è ardua e necessita di un contributo di più Istituzioni, sponsor e ONG. Il capofila potrebbe essere il “Centro Pace di Assisi” con il quale si è già lavorato per l’accoglienza in Umbria dei profughi degli ultimi due anni. Presto la Ministra zambiana dello Sviluppo, Emerine Kabanshi, verrà in Italia per incontrare una serie di ONG ed Istituzioni, secondo un’agenda preparatale dal nostro ambasciatore a Lusaka. Parlerà loro di questo progetto, sperando poi che qualcuno voglia aderire offrendo la propria expertise e la propria capacità di trovare fondi.
Di seguito alcune foto dell’area delle paludi dove si sono svolti due sopralluoghi negli ultimi mesi.

Zambia 2 paludi (1)Zambia 2 paludi (2)Zambia 2 paludi (3)Zambia 2 paludi (4)

 

Attività scolastica del “Saint Nicholas Community Care Centre”

A dicembre, fine dell’anno scolastico in Zambia, l’attività scolastica della scuola primaria promossa dalla ONG “Saint Nicholas Community Care Centre” chiuderà: a Lusaka nel quartiere dell’Istituto, il Governo ha aperto una grande scuola pubblica ove potranno confluire gli orfani e i bambini svantaggiati che frequentavano la nostra scuola primaria.
Questa cosa ci permetterà di superare le difficoltà di questi ultimi anni, in particolare per fronteggiare la spesa degli insegnanti.
Continueremo però ad assistere i nostri orfani perché seguiremo gli ultimi esami per coloro che dovranno passare alle superiori, censiremo gli orfani e i non abbienti e li iscriveremo alla scuola pubblica pagando la retta e l’uniforme e permetteremo loro di continuare a fare il doposcuola con i nostri volontari locali.
Di seguito alcune foto della graditissima partecipazione di una giovane volontaria francese, Chiara Bouyere, che ha riscosso grande successo tra i bambini e gli abitanti del quartiere.

Zambia 1 scuola (1)Zambia 1 scuola (2)Zambia 1 scuola (3)

Buone nuove dal Burundi

Di passaggio a Roma per lo svolgimento della sua attività pastorale in Europa, abbiamo incontrato il presidente della Conferenza Episcopale del Burundi e vescovo di Muyinga Mons. Joachim Ntahondereye.
Sempre cordiale e disponibile, ci ha aggiornato sui progetti che Eccomi continua a svolgere nella sua diocesi.
Sembra che nella zona, tra le più povere del Burundi colpita periodicamente da carestie causate dalle condizioni climatiche, sia ritornata un po’di calma dopo una forte instabilità causata dalla repressione da parte del governo alle opposizioni.
Le cooperative rurali femminili nate nel 2010 con il sostegno di ECCOMI, continuano la loro crescita in modo attivo e produttivo nonostante la mancanza di una presenza dall’Italia a fungere da ponte.
vedi link Burundi: Progetto cooperative donne batwa

I lavori d’intervento nella scuola presso la parrocchia di Ntega sono ripresi dopo l’invio della seconda tranche dei contributi dei sostenitori del progetto. Il nuovo edificio è quasi completato (manca solo il tetto). Prima di fine anno invieremo una terza tranche di contributi dopo una verifica sull’avanzamento dei lavori.
Vedi link scuola Ntega

La scuola da poco iniziata, dopo il calo dovuto alle fughe dal paese di molte famiglie, ha visto quest’anno scolastico un maggior numero di iscrizioni. Ci auguriamo tutti che questo sia un segnale positivo per un cambio culturale del Paese.
Abbiamo assicurato il nostro impegno nella ricerca di padrini per sostenere i bambini e ragazzi più bisognosi che altrimenti non potrebbero frequentare la scuola perché siamo convinti che:
“L’istruzione è l’arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo.” (Nelson Mandela)
vedi link scolarizzazione

vescovo ok1

Le ragazze dell’Atelier acquisiscono commesse…

Le ragazze dell’Atelier continuano a lavorare e ci sono concreti segni di ripresa dell’attività, tanto che ci hanno pregato di rinviare a Bujumbura alcuni manufatti perché hanno venduto tutto e sperano di vendere ancora. Tutte stanno benone sono serene e piene di speranza e voglia di lavorare.
Quest’anno le ragazze si sono fortemente impegnate ed hanno mantenuto i costi entro i limiti da noi fissati con una perfetta tenuta della contabilità .Si sono attivate moltissimo per trovare nuovi clienti ed hanno dato prova di senso di responsabilità ed iniziativa : credo che questo rappresenti per noi un successo perché siamo riusciti a formarle e dar loro la necessaria responsabilità.

IMG-20170922-WA0003Hanno acquisito autonomamente commesse importanti (vedi foto che le ritrae mentre confezionano delle uniformi ) ed eseguono con puntualità anche gli ordinativi che facciamo pervenire.
Sul piano personale sono tutte molto serene e felici (hanno confidato ad un missionario che ci aiuta molto che non si sentono più handicappate….).

In particolare Evelyne che ha riacquistato il perfetto uso delle gambe, grazie ai vari interventi operatori di cui Eccomi è stato il promotore, si muove con grande agilità ed è totalmente autonoma (vedi foto con bebè comunque non suo).

IMG-20170922-WA0004
Ovviamente si sono aggiunte nuove nascite che allietano la loro vita ed anche quella dell’ Atelier.
Di tutto ciò siamo fieri !!!!.

incontro Eccomi onlus e Pronabu onlus

 

DSCN8393Una  rappresentanza di Eccomi Onlus, sabato 16 Aprile 2016, ha avuto il piacere di partecipare, su invito dell’Associazione (Promozione della Donna-Narugo in Burundi Onlus), alla presenza dell’ambasciatrice del Burundi in Italia, Madame Justine NISUBIRE, ad un interessante incontro, presso l’accogliente Centro culturale ELSA MORANTE del Municipio Roma IX di Roma Eur.

 Titolo dell’incontro: Donna e Democrazia – La lunga marcia verso la pace in Burundi.

 L’obiettivo era quello di informare le associazioni e gli amici burundesi e italiani della situazione di questo paese, del cammino intrapreso in questo periodo e del ruolo da protagonista di pace che ha avuto la donna nei difficili momenti recentemente attraversati dal Paese.

 Sono intervenuti:

Laura CRIVELLARO – Assessore alla Cultura Municipio Roma IX Eu.

 Gratien  BARAJOAKE – Dottore Storico Politico e specialista Relazioni Internazionali – “Prospettiva storica tra passato e presente per una donna libera”.

Daniele CEVOLO – Laureato in Giurisprudenza e Consigliere direttivo KAMAR Onlus – “Accordi di Arusha e Costituzione Burundese: approccio giuridico”.

 Melchior NSAVYIMANA – Dottorando in Politica Internazionale.                                      Ricercatore ed Assistente alla Sophia University Institute di Firenze.                                                                                                                                                              “I volti della Geopolitica nella situazione del Burundi”.

Celestine NYEDETSE  NSAYIZEYE – laureanda in Economia e professione e Presidente della PRONABU Onlus – “il ruolo della donna nei cammino per la pace”.

 Ha moderato: Jean Gabini DHAYSHIMEYE – Dottore in Economia dello sviluppo e management delle organizzazione.

 Al termine vi è stata un’esibizione dei tamburi del Burundi, dichiarati dall’Unesco: Patrimonio dell’Umanità. Nonché un’esposizione dei prodotti e manufatti burundesi.

Proverbio burundese: una donna serve il pasto alla sua famiglia su di un vassoio e per lei sulla punta di un dito.

 

 

Help book center Riccardo Della Rocca

la targa

Il 20 febbraio è stata inaugurata la biblioteca dell’Help Center ‘Casa di Lena’ di Reggio Calabria intitolata a Riccardo Della Rocca e costruita con i contributi raccolti da logo-piccolo in occasione del funerale di Riccardo.

L’Help Center  è uno sportello di ascolto situato all’interno della stazione ferroviaria di Reggio che orienta le persone in difficoltà verso i servizi sociali della città (centri di accoglienza, comunità terapeutiche, associazioni specializzate) per elaborare percorsi mirati di recupero e di reinserimento sociale. I locali dell’Help Center sono stati concessi in comodato d’uso gratuito dalle Ferrovie dello Stato.

Help CenterQuesta piccola biblioteca potrà dare agli ospiti del centro di accoglienza la possibilità di ristoro, di conforto e di arricchimento attraverso la lettura. I libri  sono stati donati soprattutto da ragazzi liceali sensibilizzati al progetto..

Motore instancabile di questo Help Center è  Bruna Mangiola della Comunità MASCI RC 4, referente del Coordinamento Emergenza Migranti della Caritas Diocesana, e promotrice e attivista del servizio mensa itinerante che, grazie a una rete sempre più grande di volontari, donatori e benefattori confeziona e distribuisce, ogni settimana, più di cento pasti ai fratelli più bisognosi, grazie all’impegno, tra gli altri, di alcune comunità Masci di Reggio Calabria.

Importante e qualificato è stato riconosciuto dalle autorità civili ed ecclesiali il servizio al porto del gruppo di volontariato per i 33 sbarchi di immigrati  avvenuti a Reggio Calabria dal mese di marzo a dicembre del 2015

Oltre alla biblioteca, i soldi raccolti in occasione del funerale di Riccardo sono serviti  :

  • Al sostegno per il censimento e il sostentamento per i bambini e giovani di famiglie bisognose al fine di frequentare aggregazioni giovanili, con particolare riferimento allo scoutismo
  • All’acquisto di beni di prima necessità (coperte, scarpe, etc) per persone bisognose e migranti di passaggio
  • All’acquisto di viveri per la prima accoglienza  per persone bisognose e migranti di passaggio
  • All’acquisto di  medicinali e visite specialistiche per famiglie bisognose
  • Al Convegno fra realtà associative impegnate nel sociale nella  diocesi di Reggio Calabria sulla figura di Riccardo della Rocca e sullo « stare ai margini » quale stile di vita, realizzato il 20 febbraio 2016.

Eccomi  vuole continuare a sostenere il progetto raccogliendo fondi per l’acquisto di contenitori per il trasporto e la distribuzione di pasti a temperatura controllata necessari al servizio di mensa itinerante

Chi vuole contribuire può inviare il proprio contributo a Eccomi – Associazione di volontariato Onlus tramite:

  • conto corrente postale:  n° 78044310
  • assegno non trasferibile, intestato a “Eccomi Onlus
”
  • bonifico bancario al seguente IBAN: IT77  Q  05018  03200  000000118601 (presso Banca Popolare Etica – Agenzia di Roma Via Parigi, 17 – 00185 Roma)

causale del versamento: progetto Reggio Calabria in ricordo di Riccardo Della Rocca da NOME, COGNOME, E-MAIL