Che spettacolo!

Una serata magnifica, grazie ad una compagnia straordinaria.

Tante sono state le persone che hanno assistito allo spettacolo messo in scena dalla compagnia teatrale A.A Artisti Abusivi lo scorso sabato 3 febbraio.
Abbiamo passato insieme un simpatico pomeriggio contribuendo al sostegno del progetto Garderies in Burundi.

Inoltre, con l’occasione, per l’iniziativa “bastano solo 20 centesimi al giorno per assicurare un pasto caldo a un bambino” sono stati ritirati e riconsegnati tanti salvadanai e molte nuove persone vi hanno aderito.

A fine spettacolo Gianfranco Sica ha consegnato una targa ricordo al regista.

GRAZIE A TUTTI !!!

Articolo a cura di Carlo D’Andria

 

Annunci

Spettacolo teatrale

locandina eccomi

VI ASPETTIAMO NUMEROSI SABATO 3 FEBBRAIO 2018
La compagnia “Artisti Abusivi” metterà in scena per ECCOMI onlus la divertente commedia di Gian Carlo Pardini:
“ASSASSINATE LA ZITELLA”.
alle 17,00 nel teatro “Andrea D’Aloe”
Via Vittorio Montiglio, 18 – Roma (presso la parrocchia Gesù Divin Maestro).

Il ricavato andrà a favore del progetto Garderies in Burundi, per assicurare anche per quest’anno scolastico un pasto giornaliero ai bambini delle 9 scuole materne che, in collaborazione con l’A.S.B. (Associazione Scout del Burundi), ci siamo impegnati a sostenere.
Con l’occasione raccoglieremo i salvadanai consegnati nel corso dell’ultimo spettacolo.

AL CUORE….SI COMANDA! Potrebbe essere il sottotitolo di questa pièce teatrale che diventa particolarmente indicato quando, anche di fronte ad un lutto, è il sentimento verso il denaro a prevalere su tutti gli altri.
E soprattutto quando, come in questo caso, è una cospicua eredità lasciata da una “Zia” tanto buona quanto generosa, a stimolare i malcelati “istinti amorevoli” dei componenti una benestante famiglia borghese.
Idee stravaganti, intrighi, strane complicità, insomma tante azioni criminose che finiscono spesso per essere solo dei tragi-comici siparietti.

 

Stare ai margini


Nel 2016 i fondi raccolti per questo progetto hanno permesso:

• di attrezzare meglio con piccoli elettrodomestici (forno microonde, tostapane, aspirapolvere, frullatore, piastra da cucina, phon) la casa di accoglienza ‘Costruire la speranza’ per migranti e indigenti

• sono stati acquistati contenitori per la distribuzione di tè e caffè caldi ai migranti al porto e ai poveri di strada insieme a un apparecchio per avvolgere nel cellofan i panini in distribuzione.

• sono stati acquistati 10 equipaggiamenti scout per ragazzi indigenti.

 

incontro Eccomi onlus e Pronabu onlus

 

DSCN8393Una  rappresentanza di Eccomi Onlus, sabato 16 Aprile 2016, ha avuto il piacere di partecipare, su invito dell’Associazione (Promozione della Donna-Narugo in Burundi Onlus), alla presenza dell’ambasciatrice del Burundi in Italia, Madame Justine NISUBIRE, ad un interessante incontro, presso l’accogliente Centro culturale ELSA MORANTE del Municipio Roma IX di Roma Eur.

 Titolo dell’incontro: Donna e Democrazia – La lunga marcia verso la pace in Burundi.

 L’obiettivo era quello di informare le associazioni e gli amici burundesi e italiani della situazione di questo paese, del cammino intrapreso in questo periodo e del ruolo da protagonista di pace che ha avuto la donna nei difficili momenti recentemente attraversati dal Paese.

 Sono intervenuti:

Laura CRIVELLARO – Assessore alla Cultura Municipio Roma IX Eu.

 Gratien  BARAJOAKE – Dottore Storico Politico e specialista Relazioni Internazionali – “Prospettiva storica tra passato e presente per una donna libera”.

Daniele CEVOLO – Laureato in Giurisprudenza e Consigliere direttivo KAMAR Onlus – “Accordi di Arusha e Costituzione Burundese: approccio giuridico”.

 Melchior NSAVYIMANA – Dottorando in Politica Internazionale.                                      Ricercatore ed Assistente alla Sophia University Institute di Firenze.                                                                                                                                                              “I volti della Geopolitica nella situazione del Burundi”.

Celestine NYEDETSE  NSAYIZEYE – laureanda in Economia e professione e Presidente della PRONABU Onlus – “il ruolo della donna nei cammino per la pace”.

 Ha moderato: Jean Gabini DHAYSHIMEYE – Dottore in Economia dello sviluppo e management delle organizzazione.

 Al termine vi è stata un’esibizione dei tamburi del Burundi, dichiarati dall’Unesco: Patrimonio dell’Umanità. Nonché un’esposizione dei prodotti e manufatti burundesi.

Proverbio burundese: una donna serve il pasto alla sua famiglia su di un vassoio e per lei sulla punta di un dito.

 

 

Help book center Riccardo Della Rocca

la targa

Il 20 febbraio è stata inaugurata la biblioteca dell’Help Center ‘Casa di Lena’ di Reggio Calabria intitolata a Riccardo Della Rocca e costruita con i contributi raccolti da logo-piccolo in occasione del funerale di Riccardo.

L’Help Center  è uno sportello di ascolto situato all’interno della stazione ferroviaria di Reggio che orienta le persone in difficoltà verso i servizi sociali della città (centri di accoglienza, comunità terapeutiche, associazioni specializzate) per elaborare percorsi mirati di recupero e di reinserimento sociale. I locali dell’Help Center sono stati concessi in comodato d’uso gratuito dalle Ferrovie dello Stato.

Help CenterQuesta piccola biblioteca potrà dare agli ospiti del centro di accoglienza la possibilità di ristoro, di conforto e di arricchimento attraverso la lettura. I libri  sono stati donati soprattutto da ragazzi liceali sensibilizzati al progetto..

Motore instancabile di questo Help Center è  Bruna Mangiola della Comunità MASCI RC 4, referente del Coordinamento Emergenza Migranti della Caritas Diocesana, e promotrice e attivista del servizio mensa itinerante che, grazie a una rete sempre più grande di volontari, donatori e benefattori confeziona e distribuisce, ogni settimana, più di cento pasti ai fratelli più bisognosi, grazie all’impegno, tra gli altri, di alcune comunità Masci di Reggio Calabria.

Importante e qualificato è stato riconosciuto dalle autorità civili ed ecclesiali il servizio al porto del gruppo di volontariato per i 33 sbarchi di immigrati  avvenuti a Reggio Calabria dal mese di marzo a dicembre del 2015

Oltre alla biblioteca, i soldi raccolti in occasione del funerale di Riccardo sono serviti  :

  • Al sostegno per il censimento e il sostentamento per i bambini e giovani di famiglie bisognose al fine di frequentare aggregazioni giovanili, con particolare riferimento allo scoutismo
  • All’acquisto di beni di prima necessità (coperte, scarpe, etc) per persone bisognose e migranti di passaggio
  • All’acquisto di viveri per la prima accoglienza  per persone bisognose e migranti di passaggio
  • All’acquisto di  medicinali e visite specialistiche per famiglie bisognose
  • Al Convegno fra realtà associative impegnate nel sociale nella  diocesi di Reggio Calabria sulla figura di Riccardo della Rocca e sullo « stare ai margini » quale stile di vita, realizzato il 20 febbraio 2016.

Eccomi  vuole continuare a sostenere il progetto raccogliendo fondi per l’acquisto di contenitori per il trasporto e la distribuzione di pasti a temperatura controllata necessari al servizio di mensa itinerante

Chi vuole contribuire può inviare il proprio contributo a Eccomi – Associazione di volontariato Onlus tramite:

  • conto corrente postale:  n° 78044310
  • assegno non trasferibile, intestato a “Eccomi Onlus
”
  • bonifico bancario al seguente IBAN: IT77  Q  05018  03200  000000118601 (presso Banca Popolare Etica – Agenzia di Roma Via Parigi, 17 – 00185 Roma)

causale del versamento: progetto Reggio Calabria in ricordo di Riccardo Della Rocca da NOME, COGNOME, E-MAIL

 

Raccolta salvadanai

salvadanai 8 nov

Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno potuto partecipare domenica 8 all’iniziativa, nonostante la sala fosse piena non tutti i nostri sostenitori sono presenti pertanto la somma raccolta è  provvisoria dovendo essere incrementata dal contenuto dei salvadanai  non consegnati .

8 nov salvadanai
Per partecipare alla iniziativa o continuare a sostenerla mandare una email o contattare Cristina Maccone cel.3479048934 email:cristina.maccone@fastwebnet.it

Raccogliamo i salvadanai

Cari amici,

In Burundi le scuole sono appena iniziate nonostante la situazione di crisi politica del Paese e  i nostri amici dell’Associazione Scout del Burundi ci assicurano che faranno di tutto per continuare a seguire il progetto garderies e assicurare il pasto giornaliero ai 1500 bambini degli asili.

Siete invitati

 Domenica 8 novembre h.17,00 al teatro della parrocchia S. Maria Maddalena de’ Pazzi Largo Vicarelli – Roma

Raccoglieremo i salvadanai che avete ricevuto per l’iniziativa  “con 20 centesimi al giorno invito a pranzo un bambino”

Assisteremo insieme alla proiezione di un bel film: DIFRET – il coraggio per cambiare, prodotto dalla sempre più impegnata sul piano sociale Angelina Jolie. Il film ,ambientato in Etiopia e tratto da una storia vera ,racconta la battaglia difficile di una ragazza coraggiosa contro i pregiudizi maschilisti in una società intrisa di tradizioni e abitudini arcaiche

                     Invitate a partecipare anche i vostri parenti ed amici.

Seguirà un aperitivo.

Nell’attesa di un vostro riscontro, vi mandiamo un caro saluto.

Cristina Maccone                                                      Carlo D’Andria

Cell. 347.9048934                                                     Cell. 335.6875462

cristina.maccone@fastwebnet.it                               carlo.dandria@gmail.

clicca per vedere la locandina

Nuovo Consiglio direttivo e Collegio Revisore dei Conti

Il nuovo consiglio direttivo, composto da 8 consiglieri eletti dall’assemblea dei soci di ECCOMI il giorno 11-04-2015 più 1 delegato del MASCI nazionale nella persona di Franco Vecchiocattivi, nella sua prima riunione ha provveduto alla assegnazione delle cariche e degli incarichi.

Esso risulta così composto:

  •  Presidente            Ciro Cirillo                                                                incaricato dei rapporti  MASCI/AGESCI
  • Vice Presidente    Gianfranco Sica                                          incaricato  alla  informazione   coadiuvato da Cristina   Maccone
  • Socio                       Carlo D’andria             incaricato della tesoreria
  • Socio                       Maurizio Cipolloni       incaricato ai  Ringraziamenti
  • Socia                       Anna Maria Volpe        incaricata ai  Rapporti con Enti e Strutture
  • Socio                       Franco Vecchiocattivi                                      incaricato ai   Rapporti con il   MASCI
  • Socio                       Mario Bertagnolio         incaricato ai  Rapporti con Foxiv e altre organizzazioni di volontariato
  • Socia                        Emilia D’Andria
  • Socia                        Cristina Maccone

Il Collegio Revisore dei Conti è composto da:

  • Antonelli Aldo
  • Curzi Claudio
  • Toseroni Mario

BUON LAVORO A TUTTI I COMPONENTI

Giornata del salvadanaio

immagine salvadanaio

 Cari amici e sostenitori di scritta eccomi2

riprendiamo con rinnovato entusiasmo le attività di sostegno ai nostri progetti.

Un progetto che da vari anni sosteniamo è quello delle “garderies”: 1500 bambini distribuiti in 9 scuole nelle aree più povere del Burundi possono frequentare la scuola materna e ricevere un pasto caldo (riso e fagioli), che per moltissimi è l’unico della giornata.

Tutto questo grazie ad   scritta eccomi2   e al vostro aiuto.

Il pasto di un piccolo burundese costa 20 centesimi, sì avete letto bene.

Per noi è una cifra irrisoria. Per il piccolo burundese è la sopravvivenza.

E’ un progetto importante che ci impegna davvero molto nel reperire le risorse necessarie e nel gestire insieme agli Scout del Burundi l’attività educativa e la distribuzione dei viveri nelle varie scuole raggiungibili con molta fatica spesso dopo ore di viaggio su strade sterrate. Ma siamo però molto, molto contenti perché non solo le famiglie dei bambini ma anche l’Unicef hanno dimostrato grande apprezzamento dei risultati e delle modalità con cui viene gestito il progetto.

Eccomi ha lanciato due anni fa la campagna del SALVADANAIO consegnando ai tanti amici che con affetto ci seguono un salvadanaio con l’invito a mettervi ogni giorno i 20 centesimi del pranzo di un piccolo burundese.

Con l’apertura dei salvadanai effettuata lo scorso anno abbiamo raggiunto la cifra di 8.075.euro che ci ha molto aiutato nel sostenere il costo complessivo del progetto che supera i 40.000 euro.

La consegna dei salvadanai è avvenuta il 25 Ottobre giorno in cui, come ricorderete,   scritta eccomi2 ha organizzato lo spettacolo teatrale, veramente divertente, “Avviso di sfratto” di Silvana Servetti, messo in scena dalla “Compagnia Stabile del Teatro Aurelio” .

Siamo fiduciosi che parteciperete numerosi alla campagna del salvadanaio e nel ringraziarvi di cuore della vostra amicizia e del vostro sostegno  ricordiamo che potete ricevere il salvadanaio direttamente a casa vostra, sarà nostra cura farvelo pervenire, contattando  Carlo D’Andria: 335.6875462 carlo.dandria@gmail.com ) o scrivendoci (clicca qui)

Route nazionale Scolte/Rover 2014

scritta eccomi2ha partecipato alla Route nazionale Scolte/Rover 2014

                                       per galleria foto clicca qui

A S.Rossore, Eccomi ha animato due laboratori ad ognuno dei quali hanno partecipato 3 gruppi di circa 30 scout ciascuno.

Route 2Il primo laboratorio sulla Cooperazione Internazionale ha coinvolto i ragazzi divisi in 5 sottogruppi perché definissero obiettivi, modalità operative, aspetti critici della cooperazione internazionale. Dopo un primo confronto tra le idee elaborate nei gruppi, gli animatori hanno presentato quanto fatto da Eccomi in Burundi e, dopo un ampio scambio di idee e suggerimenti, il laboratorio si concludeva con un canto e con il desiderio da parte dei ragazzi di un impegno.

Un secondo laboratorio ha illustrato alcune delle imprese in Africa seguite da ECCOMI, in maniera particolare quella in Togo e quella in Zambia. La discussione ha coinvolto molti aspetti generali della vita in Africa e il ruolo dello scautismo nel servizio verso quelle popolazioni. L’atmosfera è stata gioiosa, rallegrata con canti e danze africane. I tre gruppi che sono stati coinvolti nel laboratorio, hanno poi affollato gli animatori con domande e richieste.

Tutti i ragazzi hanno partecipato con molto interesse, tanta intelligenza e tantissimo entusiasmo.

Incontro con i nostri sostenitori per i progetti in Togo

INCONTRO COI COLLEGHI DELL’OSPEDALE DI SUSA

ospedale Susa_TogoIl 20 marzo abbiamo avuto un incontro con i colleghi dell’Ospedale di Susa, dove abbiamo lavorato per tanti anni, per una breve messa a punto del nostro progetto in Togo, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto sanitario, quello di partenza. I nostri colleghi, infatti, ci hanno sostenuti, in vario modo, fin dall’inizio in questo progetto.

Abbiamo presentato l’ambulatorio del Centro di padre Filippo, avviato nelDSCN2723 2008, con il personale di cui sosteniamo i salari. Poi abbiamo descritto il progetto sull’ipertensione e iperglicemia, iniziato nel febbraio 2012, confrontando alcuni dati, togolesi, con i nostri. I programmi futuri in ambito sanitario prevedono una messa a punto del progetto sull’ipertensione, con una rivalutazione sul posto dei pazienti messi in trattamento antipertensivo e un progetto di medicina preventiva rivolto ai bambini da 0 a 5 anni, da attuare nei villaggi, probabilmente a novembre 2014, con l’aiuto di una pediatra, che accompagnerà Anna.

L’incontro ci ha permesso di ringraziare personalmente i colleghi e, con loro, le case farmaceutiche che ci hanno fornito farmaci e materiale medico.

                                                                                           Anna e Ciro Cirillo

Bussoleno, 31 marzo 2014

Aprile 2014 riflessioni sul viaggio in Burundi

Con “Eccomi” in Burundi. Riflessioni aprile 2014
Anna Cocca

Siamo ad Addis Abeba in attesa di imbarcarci per Roma, ho tutto il tempo di pensare e di ripercorrere con la mente il viaggio appena concluso. Burundi. Mi chiedo quale è la speranza di molti popoli africani in un contesto di globalizzazione che con rapidità impressionante e preoccupante trasforma tradizioni, istituzioni, morale.

fratello e sorella condividono la caramella

fratello e sorella condividono la caramella

In questo mondo insoddisfatto e confuso in cui tutto cambia, non vengono poste al centro del processo di trasformazione la vita delle persone e la loro capacità di esserne consapevoli.
Nonostante tutto, si cambia.
Rispetto a due anni fa, quando per la prima volta venni in questo paese, Bujumbura, la capitale, è già cambiata. Sono spuntati bar e locali all’occidentale, supermercati cinesi, banche, ristoranti. Le strade sono pulite, i giardini curati e tanta gente dinamica sembra muoversi indaffarata.
Eppure la povertà si intravede ad ogni angolo soprattutto nei quartieri

una bicicletta!!!!

una bicicletta!!!!

periferici dove povera gente, accosciata su strade sterrate di argilla rossa tra sassi, detriti, macerie e scoli di acqua sporca, vende in cesti polverosi cavoli e banane e dove tantissimi bambini, spesso con abiti più grandi della loro taglia con le spallucce magre scoperte, le gambette secche e i piedini sporchi passano il tempo giocando nella polvere rossa.
Ad ogni angolo si intravede la fame perché non c’è abbastanza cibo per tutti a causa dei disastri naturali, i conflitti, l’arretratezza dell’agricoltura, ma soprattutto per la distribuzione diseguale delle risorse. La fame fisica compromette spesso anche lo sviluppo mentale e intellettivo di tanti bambini sottonutriti creando un ciclo diabolico di necessità.
Noi di “ECCOMI” abbiamo puntato molto sulla scuola, attuando progetti, nella speranza di favorire e preparare le nuove generazioni ad avviarsi verso quella auspicabile trasformazione che dovrebbe mettere l’uomo al centro di una vita consapevole. Comunque non dimentichiamo mai di rifornire soprattutto le garderies (le scuole dei più piccini) di riso e fagioli. È da qui che inizia la trasformazione.

Alfabetizzazione delle donne batwa

Alfabetizzazione delle donne batwa

Dopo Bujumbura si va a Muyinga. Un amico qualche tempo fa mi disse:”Quando andremo a Muyinga e sulle colline vicine, allora conoscerai la vera Africa”.
Nel paesaggio predomina il rosso della terra, che copre di un velo leggero tutte le cose e le persone e il verde brillante delle coltivazioni di tè, di caffè e dei bananeti sullo sfondo blu intenso del cielo.
Le risaie bellissime in fondo alle valli nascondono numerose insidie. Qui la povertà e l’essenzialità della vita diventano prepotentemente concrete.
Ho letto da qualche parte: la povertà è fame, vivere senza tetto, essere ammalati e non avere cure, non poter andare a scuola, non avere un lavoro, ma soprattutto la povertà è mancanza di libertà.
Tra queste colline non si pensa il futuro, ma è vivere giorno per giorno.
La povertà richiede di cambiare il mondo, ma prima è necessario capire e per farlo è necessario condividere almeno in parte l’essenzialità della vita di questi fratelli. In caso contrario si rischia di restare solo osservatori, a volte infastiditi da tanta tragedia.
Poi andiamo in un villaggio batwa, discendenti dei pigmei. “ECCOMI” ha

ragazzine batwa

ragazzine batwa

contribuito alla costruzione di casette di mattoni rossi ma ci sono ancora molte capanne di foglie di banano.
Viviamo in un unico mondo in cui non vi è soluzione di continuità tra territori o nazioni; c’è però una barriera che va abbattuta: l’assenza di speranza garantita dalla povertà.
L’economia mondiale è in movimento, il benessere aumenta anche in questi paesi in via di sviluppo, ma non riesce a coinvolgere tutti. Molti, i deboli e gli ignoranti, restano indietro, ancora inconsapevoli del diritto ad una vita libera perché nessuno li ha preparati al cambiamento.
Distribuiamo caramelle e riceviamo i sorrisi gioiosi dei bambini e della gente di queste meravigliose colline. Si accontentano di poco.
Le donne del luogo hanno formato cooperative con l’aiuto di varie associazioni umanitarie, lavorano in gruppo, studiano per imparare a leggere, scrivere, a fare di conto e a coltivare.
Loro si’ che sono magnifiche perché divengono consapevoli di se stesse.
Il processo è lento per la povertà, le necessità, tanti figli, tanta violenza.
Una bambina si avvicina a noi e ci offre dei frutti: cibo. Restiamo stupiti di tanta generosità.
C’è disomogeneità di crescita in questi paesi e situazioni fortemente diversificate che penalizzano le aree rurali, le donne e i poveri.
Siamo a Gitega e guardiamo gli occhi bianchi dei bambini ciechi dell’istituto in cui ci troviamo per portare lenzuola e asciugamani comprati al mercato di Bujumbura. I bambini giocano con palle sonore dono di “ECCOMI”. Altri piccoli svantaggiati dalla vita, eppure sorridono, ci toccano usando le mani come occhi.
Ora in attesa dell’aereo per Roma mi rendo conto che la povertà confina con l’abbondanza, l’ignoranza con la cultura, la tolleranza con l’incomprensione; tra di esse non vi è confine, basterebbe far scorrere da entrambe le parti le cose buone che esistono nell’uomo, ricordandoci che siamo figli della stessa natura.

 

Salvadanai

w 6 uno strano superman fa giochi di magia

Sabato 26 ottobre 2013 c’è stata la festa legata all’iniziativa

immagine salvadanaio

E’ stata una bella festa e i bambini oltre ad apprezzare i giochi del mago low 4 pesa 2 hanno aiutato a pesare i  71  salvadanai che sono pervenuti dei 138 distribuiti in occasione della performance teatrale del 10 novembre dello scorso anno. Il ricavato è stato di 4.331,34 euro e nei prossimi giorni si provvederà al recupero dei restanti salvadanai.    I bambini delle garderies del Burundi saranno molto contenti di poter mangiare tutti i giorni il loro piatto di riso e fagioli nei prossimi mesi.

L’Associazione scritta eccomi2 ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla operazione e ricorda che è iniziata anche la distribuzione dei nuovi salvadanai per il prossimo anno scolastico.

Apriamo i salvadanai…..

Vi ricordate dell’iniziativa “operazione salvadanaio” lanciata In occasione della performance teatrale del 10 novembre dello scorso anno a Roma destinata alla raccolta  fondi  per il progetto “Garderies-scuole           dell’infanzia” ?.  E’ passato un anno e siamo ansiosi di scoprire insieme a voi quali sono i risultati…… e allora  Incontriamoci

sabato 26 ottobre alle ore 16,30 

presso i locali della parrocchia di S. Gelasio – via Fermo Corni, 1

 Rd_si mangia!!!

Sapendo che molti bambini si sono impegnati a mettere le monetine nel salvadanaio discritta eccomi2  per i loro fratellini meno fortunati, abbiamo pensato di ringraziarli organizzando un dolce incontro festoso dedicato particolarmente a loro …ma non solo.

Vi aspettiamo tutti, anche con i vostri nipotini, nipotoni, figli e amichetti.

Eccomi aderisce all’iniziativa del MASCI Lazio

ramazzarcobaleno

“CON L’ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA”

il 23 marzo 2013 alle ore 15

saremo insieme in Piazza della Repubblica a Roma

per spazzare via le disuguaglianze

ramazza

Allegra e fantasiosa, propositiva, aperta al dialogo, utile all’ambiente urbano e segno di una cittadinanza responsabile, vissuta in comune con i nuovi italiani.

È Ramazza Arcobaleno, la manifestazione organizzata dal Masci Lazio (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) che sabato 23 marzo, a partire dalle ore 15.00, riunirà a piazza della Repubblica cittadini italiani e stranieri per chiedere al nuovo parlamento di rivedere la legge sulla cittadinanza per i bambini stranieri, nati o cresciuti in Italia, e per gli stranieri residenti in Italia

Oltre ad Eccomi aderiscono all’iniziativa:
ACLI Roma, ACSE, AISCIA, ARCI Roma, AZIONE CATTOLICA Lazio,
CORO ALTRENOTE, ALVIA, NESSUN LUOGO E’ LONTANO,
PIUCULTURE, SCUOLE MIGRANTI, WELCOME