Dichiarazione universale dei diritti della madre terra

(Progetto febbraio 2010). Alleghiamo il progetto di Dichiarazione discusso a Cochabamba, durante la CMPCC – Conferenza Mondiale dei Popoli sul Cambiamento Climatico e i Diritti della Madre Terra.

Preambolo

Noi, i popoli del Mondo:

Riconoscendo con gratitudine che la Madre Terra ci dona la vita, ci alimenta e ci illustra e fornisce di tutto quello di cui abbiamo bisogno per vivere bene;

Riconoscendo che la Madre Terra è una comunità indivisibile di esseri diversi ed interdipendenti con i quali condividiamo un destino comune e con i quali dobbiamo relazionarci in un modo che apporti beneficio alla Madre Terra;

Riconoscendo che, cercando di dominare e sfruttare la Madre Terra e gli altri esseri, gli uomini hanno causato grande distruzione, degradazione ed alterazione delle comunità, dei processi e degli equilibri che sostentano la vita della Madre Terra e che per questo, oggi, molti esseri rischiano di non sopravvivere;

Consapevoli che questa distruzione pregiudica anche il nostro benessere interno ed è oltraggiosa di molte credenze, saperi e tradizioni delle culture indigene che considerano la Madre Terra sacra;

Profondamente coscienti dell’importanza fondamentale dell’adottare, con urgenza decisiva,,un’azione collettiva per evitare che gli esseri umani provochino il cambiamento climatico e altri danni alla Madre Terra, minacciando così il benessere e la sopravvivenza degli esseri umani e degli altri esseri;

Accettando la nostra responsabilità verso gli altri, verso le generazioni future e verso la Madre Terra  di rimediare ai danni causati dagli esseri umani e trasmettere alle future generazioni valori, tradizioni e istituzioni che facciano prosperare la Madre Terra;

Convinti che, affinché le comunità degli esseri umani e delle altre creature fioriscano, bisogna stabilire sistemi di regolazione della condotta umana, che riconoscano i diritti inalienabili della Madre Terra e di tutti gli esseri che sono parte di essa;

Sicuri che le libertà ed i diritti fondamentali della Madre Terra e di tutti gli esseri debbano essere tutelati dal principio di legalità e che i corrispettivi doveri degli esseri umani di rispettare e difendere questi diritti e queste libertà debbano esser imposti per legge;

Proclamiamo la presente Dichiarazione Universale dei Diritti della Madre Terra come complemento della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, affinché serva come fondamento comune mediante il quale la condotta di tutti gli esseri umani, le organizzazioni e le culture si possano guidare e valutare, e

C’impegniamo a cooperare con le altre comunità umane, le organizzazioni pubbliche e private, i governi e le Nazioni Unite, per garantire il riconoscimento universale ed efficace e l’osservanza delle libertà fondamentali, i diritti e i doveri consacrati in questa Dichiarazione, tra tutti i popoli, le culture e gli stati della Terra.

Articolo 1. Diritti, libertà e obblighi fondamentali

(1) La Madre Terra è indivisibile, la auto-regolazione della comunità degli esseri avviene intendendo le relazioni con qualsiasi essere all’interno di questa comunità e con l’Universo come un tutt’uno. Aspetti fondamentali di queste relazioni sono definiti, nella presente Dichiarazione, come diritti inalienabili, libertà e doveri.

(2) Questi diritti fondamentali, libertà e doveri derivano dalla stessa fonte di vita e sono inerenti a tutti gli esseri viventi, ragione per la quale sono inalienabili, non possono essere aboliti per legge e non dipendono dalla situazione politica, giuridica o internazionale del paese o territorio nel quale vive l’essere considerato.

(3) Tutti gli esseri viventi hanno accesso a tutti i diritti fondamentali e le libertà riconosciute in questa Dichiarazione, senza alcuna distinzione, né tra esseri viventi organici o inorganici, né tra esseri non viventi, o sulla base della sensibilità, indole, specie, uso negli esseri umani o di qualsiasi altra condizione.

(4) Come gli esseri umani sono in possesso dei diritti umani, così altri esseri possono essere anch’essi in possesso di diritti ulteriori, libertà e doveri peculiari della loro specie e appropriati al ruolo e alla funzione nelle comunità in cui vivono.

(5) I diritti di ogni essere sono limitati dai diritti degli altri esseri nella misura necessaria a mantenere l’integrità, l’equilibrio e la salute delle comunità in cui vivono.

Articolo 2. Diritti Fondamentali della Madre Terra

La Madre Terra ha diritto ad esistere, persistere e mantenere i cicli, le strutture e i processi vitali di sostentamento per tutti gli esseri.

Articolo 3. Diritti e libertà fondamentali di tutti gli esseri

Tutti gli esseri hanno:

A) diritto alla vita;

B) diritto a un habitat e ad un luogo in cui stare;

C) diritto a partecipare d’accordo con la propria natura a tutti i processi, continuamente rinnovabili, della Madre Terra;

D) diritto a mantenere la propria identità e integrità come essere distinto, auto-regolato;

E) diritto a essere liberi dall’inquinamento, la manipolazione genetica e le mutazioni strutturali e funzionali che possono minacciarne l’integrità o funzionamento salutare; e

F) la libertà di relazionarsi con gli altri esseri e partecipare alle comunità di esseri d’accordo con la propria natura

Articolo 4. Libertà degli animali dalla tortura e dalla crudeltà

Tutti gli animali hanno diritto di vivere liberi dalla tortura,  dal trattamento crudele o dal castigo da parte degli esseri umani.

Articolo 5. Libertà degli animali dal confinamento e sottrazione dal loro habitat.

(1) Nessun essere umano ha diritto a confinare un altro animale o a sottrarlo dal suo habitat a meno che farlo sia giustificato dai rispettivi diritti, doveri e libertà dell’essere umano e dell’altro animale coinvolti.

(2) Tutti gli esseri umani che confinano o hanno un animale devono assicurarsi che questo sia libero di esprimere modelli normali di comportamento, abbia un’alimentazione adeguata e sia protetto  dalle lesioni, le malattie, le sofferenze e la paura irrazionale, i dolori, l’angoscia e il malessere.

Articolo 6. Doveri fondamentali degli esseri umani

Gli esseri umani hanno la responsabilità specifica di evitare la violazione di questa Dichiarazione e devono, urgentemente, instaurare valori, culture e sistemi giuridici, politici, economici e sociali, coerenti con questa Dichiarazione, quali:

(A) promuovere il riconoscimento, l’applicazione e la messa in pratica delle libertà, i diritti ed i doveri enunciati nella presente Dichiarazione;

(B) assicurarsi che il perseguimento del benessere umano contribuisca al benessere della Madre Terra, ora ed in futuro;

(C) impedire che gli esseri umani causino interruzioni dannose ai cicli, i processi e gli equilibri ecologici vitali, e compromettano la vitalità genetica e sopravvivenza di altre specie;

(D) garantire che i danni causati da violazioni delle libertà, diritti e doveri presente in questa Dichiarazione vengano sanzionati quando sia possibile e che i responsabili rendano conto affinché vengano ripristinate l’integrità e il sano funzionamento delle comunità colpite, e

(E) consentire alle persone di difendere i diritti della Madre Terra e di tutti gli altri esseri.

Articolo 7. Protezione della Legge

Ogni essere ha:

A) il diritto ad essere riconosciuto in ogni luogo come soggetto di fronte la legge;

B) il diritto ad essere protetto dalla legge e ad un equo indennizzo per le violazioni e gli attacchi umani ai diritti e le  libertà enunciati nella presente Dichiarazione;

C) il diritto ad essere tutelato in maniera equa di fronte la legge.

D) il diritto ad una tutela equa per la discriminazione, sofferta da parte di qualsiasi essere umano, che violi la presente Dichiarazione, come contro qualsiasi incitamento a tale discriminazione.

Articolo 8. L’educazione umana

(1) Ogni individuo ha il diritto di essere educato al rispetto della Madre Terra ed in accordo alla presente  Dichiarazione.

(2) L’educazione umana dovrebbe sviluppare il pieno potenziale degli esseri umani in modo da promuovere  l’amore per la Madre Terra, la compassione, la comprensione, la tolleranza e l’amore tra tutti gli esseri umani e tra gli esseri umani e gli altri esseri, e l’osservanza delle libertà, diritti e doveri fondamentali della presente Dichiarazione.

Articolo 9. Interpretazione

(1) Il termine “essere” si riferisce ad esseri naturali che esistono in quanto parte della Madre Terra e comprende una comunità di altri esseri e tutti gli esseri umani indipendentemente dal fatto che agiscano o meno come organismo, stato o altra persona giuridica.

(2) Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato in un modo che implichi che uno Stato, gruppo o persona abbia il diritto di coinvolgersi in attività o di compiere atti volti a distruggere i diritti e le libertà contenuti.

(3) Nulla nella presente Dichiarazione può essere interpretato in modo da limitare il riconoscimento di altri diritti, libertà e doveri fondamentali di tutti gli esseri o di un essere in particolare.

Contributo elaborato da Cormac Cullinan, promotore dei Diritti della Madre Terra.