Diagnosi e cura del diabete e dell’ipertensione

Quando pensiamo alle malattie che affliggono l’Africa ci vengono in mente le grandi malattie infettive (malaria, AIDS, tubercolosi), che sono senza dubbio al primo posto come causa di morbilità e mortalità nel continente nero. Tuttavia le malattie cardio-vascolari, di cui l’ipertensione e il diabete sono i principali fattori di rischio e che noi tendiamo a considerare appannaggio dei paesi del benessere economico, colpiscono anche i paesi a basso reddito come il Togo.

Anna e Ciro Cirillo, che  dal 2008 seguono un progetto di assistenza sanitaria a Tohouèdèouè in Togo, si sono quindi fatti promotori di un nuovo progetto per la diagnosi e cura del diabete e dell’ipertensione.

Anna e Ciro hanno rilevato inoltre che gli adulti dei 45 villaggi che compongono il cantone di Asrama,  usufruiscono poco della struttura sanitaria esistente preferendo risolvere i problemi di salute col ricorso a guaritori e stregoni. Per tale motivo hanno chiesto l’aiuto dei capi villaggio per sensibilizzare la popolazione.

Il progetto si articolerà in due fasi:

  • Nella prima (da febbraio a luglio) l’equipe sanitaria si recherà secondo un calendario prestabilito, nei villaggi per diagnosticare e fare una valutazione statistica dell’incidenza del diabete e dell’ipertensione,
  • nella seconda verrà iniziata la terapia dei casi patologici e verrà stabilito il programma dei controlli successivi .

Il progetto, realizzato anche in collaborazione con il “Dispensario Governativo”, mira ad estendere l’assistenza sanitaria a tutta la popolazione adulta della regione (circa 4000 abitanti).

Al momento, per l’interessamento di un farmacista che collabora al progetto da circa 2 anni, si è già in possesso del materiale medico necessario fornito gratuitamente da una casa farmaceutica che già provvede alla fornitura dei farmaci del centro sanitario. Il materiale consiste in apparecchiature per la misurazione della pressione arteriosa e in apparecchi per la rilevazione della glicemia dal dito (HGT) con le relative strisce reattive. Il tutto consentirà il rilevo della pressione  e della glicemia a circa 4000 pazienti, con un valore economico del materiale che si aggira sui 7000 euro.

Questo progetto dovrebbe anche consentire l’acquisizione di un certo numero di dati che, divulgati successivamente tramite una pubblicazione scientifica, potranno essere confrontati con altri dati già disponibili in Togo ed eventualmente anche con dati analoghi italiani, in un meeting scientifico da tenere nella capitale Lomé.

Annunci